Risorsa 1
Sicurezza
al primo posto

Barriere di protezione per soppalchi

Sicurezza al primo posto

Vantaggi delle Barriere di Protezione

    • Ideale per operare in totale sicurezza
    • Soluzione sicura per aree sopraelevate e soppalchi

Il dispositivo di sicurezza è installabile ove esiste la possibilità di caduta dall’alto e consente all’utilizzatore informato di operare in condizioni di sicurezza.

La barriera, nonostante la sua compattezza, comporta comunque un ingombro fisso di cui tener conto nella progettazione del posto di lavoro.

D.lgs. 81/08 all’allegato IV punto 1.7.3, recita:

Le impalcature, le passerelle, i ripiani, le rampe di accesso, i balconi ed i posti di lavoro o di passaggio sopraelevati devono essere provvisti, su tutti i lati aperti, di parapetti normali con arresto al piede o di difesa equivalenti. Tale protezione non è richiesta per i piani di caricamento di altezza inferiore a m.2,00.

Il D.Lgs. 81/08 definisce all’allegato IV le caratteristiche costruttive del parapetto:

1.7.2.1  Agli effetti del presente decreto è considerato «normale» un parapetto che soddisfi alle seguenti condizioni: 1.7.2.1.1 sia costruito con materiale rigido e resistente in buono stato di conservazione;

1.7.2.1.2  abbia un’altezza utile di almeno un metro; 1.7.2.1.3 sia costituito da almeno due correnti, di cui quello intermedio posto a circa metà distanza fra quello superiore ed il pavimento; 1.7.2.1.4 sia costruito e fissato in modo da poter resistere, nell’insieme ed in ogni sua parte, al massimo sforzo cui può essere assoggettato, tenuto conto delle condizioni ambientali e della sua specifica funzione.

1.7.2.2 È considerato «parapetto normale con arresto al piede» il parapetto definito al comma precedente, completato con fascia continua poggiante sul piano di calpestio ed alta almeno 15 centimetri. 1.7.2.3 È considerata equivalente ai parapetti definiti ai commi precedenti, qualsiasi protezione, quale muro, balaustra, ringhiera e simili, realizzante condizioni di sicurezza contro la caduta verso i lati aperti, non inferiori a quelle presentate dai parapetti stessi.